lunedì 1 aprile 2013

Semplicemente, Ginger.

Questo post, è per te, Ginger.
Perché sapevamo poco del tuo passato.
Ma quando mamma si mette in testa una cosa, c'è poco da fare: prima o poi, arriva.
E così, eccoti.
Eccoti, piccola piccola. Con tutte e quattro le zampe. Nella tua prima famiglia.
Ed ecco la tua storia. 
Tu, nata in Toscana, da una mamma labrador e un papà pastore tedesco. 
Tu, che sei cresciuta con due bambini. 
Tu, che scappavi sempre. 
Tu, che un giorno sei finita sotto un furgone, e quella zampa non si poteva più recuperare, e ti è stata tolta. Hai perso molto sangue. Hai rischiato di non esserci più.
Tu, che ti sei mangiata del veleno per topi, e un'altra volta hai rischiato di non esserci più.
Tu, che anche con tre zampe, continuavi a scappare e, per questo, sei finita in Rifugio.
Cos'era questa ricerca della libertà Ginger? Cosa non andava? 
Ci piacerebbe tanto capirlo. Perché in Rifugio te ne stavi libera, e non scappavi. E nemmeno qui a casa hai mai cercato di farlo. 
Forse, avevi bisogno di più attenzioni. O forse, dovevi solo maturare un pochino.
O, forse, semplicemente, questo era il tuo destino. Per arrivare fino a qui.

Guardiamo le tue foto e vorremmo poter aver fatto parte del tuo passato. Averti vissuto quando eri piccola-piccola, tutta zampe lunghe e fisichetto da levrierina. 

Vorremmo aver potuto impedire la perdita di quella zampa. Perché non è giusto, non te lo meritavi.
Eppure, se tutto questo non ci fosse stato, ora non saresti la nostra Ginger.
Io non lo so perché, ma ci sono cani destinati a trovare subito il loro posto nel mondo. E altri che devono affrontare delle prove, più o meno grandi, per raggiungerlo. 
McGraw è nato ed ha vissuto in America i suoi primi tre anni di vita per arrivare fino a qui. Tu hai dovuto passare tutto quello che hai passato. Noi non vi abbiamo mai visto quando eravate dei piccoli teppistelli di pochi mesi. Non abbiamo vissuto le prime tappe della vostra vita: le prime pipì in giardino, i primi malanni, i dentini da latte persi, quando avete imparato a fare il seduto o i vostri primi bagnetti. 
Ma quello che è importante, ora, è avervi qui. Tutto il resto, non conta.
E così Ginger, ti sei travestita da Labrador, per farti notare da mamma! Eppure sei così tanto Pastore Tedesco dentro di te!
Io, a volte, non so quello che pensi davvero, quello che senti. Se hai capito sul serio che questa è la tua famiglia per sempre. Però, spesso, vedo che ci cerchi, che ci difendi, che ci imiti. E allora penso che forse tu l'abbia capito che, in fondo, questo è il tuo nuovo branco. E che sarà così per sempre. Non arriverà mai un giorno in cui verrai portata in un posto pieno di cani e non ci vedremo più, te lo posso assicurare Ginger, cascasse il mondo, credi alle parole del tuo saggio fratellone.
Ora ti guardo dormire acciambellata tra me e la Maya, e, beh...
forse l'hai già capito davvero.






16 commenti:

  1. ciao
    mi hai commosso con questo post. Dono a te Pablo e a tutta la tua famiglia il premio amici degli animali 2013

    http://haylin-robbyroby.blogspot.it/2013/04/premio-amici-animali-2013-pablo.html

    RispondiElimina
  2. Ginger è stata in rifugio con il nostro Bemolle...Che bella pagina piena d'amore....Lunga, felicissima vita a tutta questa bella brigata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Eh già...hanno qualcosa in comune questi due!!!

      Elimina
  3. Un abbraccio alla tua bellissima famiglia!
    Buona giornata!
    Xavier

    RispondiElimina
  4. Ciao,

    Bella questa storia, anche se il lieto fino c'era già stato. Anche noi ci siamo posti queste domande a proposito di Saverio, ma non lo sapremo mai.
    http://www.luisellaefabrizio.blogspot.ch/2013/03/saverio-il-primo-anno-casa.html
    Non fa niente, perchè lo amiamo lo stesso, come se fosse sempre vissuto con noi.

    Una carezza a Ginger e a tutti gli altri pelosi.
    Luisella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te: che si sappia o no il passato, l'amore va oltre. Grazie...un abbraccio!

      Elimina
  5. Bellissimo questo post..non ho parole, mi sono commossa. Un lieto fine che auguro a tutti i pelosi abbandonati del mondo. Baci ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Saray, mi unisco al tuo augurio... ;)

      Elimina
  6. Che bel post! Spesso anch'io mi chiedo quale è stata la vita dei miei pelosi prima di arrivare qui con noi. So solo che sono stati picchiati tanto e so che da questa casa non se ne andranno mai più.

    Una coccola a tutti questi amici.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hanno trovato il loro posto nel mondo ora, e questa è la cosa che più conta! Un abbraccio.

      Elimina
  7. che post bellissimo , tanto amore traspare in queste parole e Ginger è proprio belle....ma tutta la tua famiglia è fantastica !!!
    un abbraccio a tutti

    RispondiElimina
  8. un post emozionante, meno male che ogni tanto vi fate vivi, altrimenti mi preoccupo! Una carezza per tutti voi, SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh qui, un giorno si e uno no ne capita una!!! Ma ci siamo, ci siamo! Un bacione grande!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...